mercoledì 14 luglio 2021

Pubblicati i nuovi bandi LIFE 2021: 33 opportunità europee per l'ambiente e la natura, in salsa Horizon

Molte novità per il Programma LIFE: sono state pubblicate ieri 33 nuove call LIFE nel nuovo Participant portal, il contenitore comune delle informazioni ufficiali sui molti fondi europei, principalmente utilizzato finora dal programma europeo di ricerca Horizon. Spaesamento tra i molti aficionados al programma, che hanno avuto anche difficoltà nel trovare i documenti di base, organizzati in un modo nuovo e con una nuova strutturazione delle informazioni, tipica di Horizon. Saranno avvantaggiati coloro che hanno già familiarità con questo programma nell'elaborazione delle nuove proposte, la maggior parte delle quali (Standard Action Projects SAP) scadrà il 30 novembre, data entro la quale è previsto l'invio non di una concept note ma di una proposta completa. Quest'anno si procederà dunque alla selezione a una sola fase, proprio per accorciare i tempi rispetto al bando che è uscito più tardi rispetto al previsto. Vengono in aiuto i numerosi video guida Life pubblicati che sostituiscono gli Info Day che in epoca post Covid ormai sembrano superati.

Sono interessato a ricevere proposte di partenariato per progetti su habitat e specie marini da realizzare con Triton research, per la quale ho coordinato l'elaborazione di 3 progetti vincenti del bando 2020, in corso di approvazione.

Buona fortuna!

Nuovo bando Life 2021


lunedì 5 luglio 2021

Soldi per natura: com'è andato il mio corso all'Università di Bologna - Conservation finance 2020-2021

 Anche quest'anno si è concluso con successo a giugno il corso “Strumenti di finanziamento per la conservazione della Natura” che ho tenuto presso l’Ateneo di Bologna e che dal 2015 intende fornire agli studenti le conoscenze di base per orientarsi, capire e utilizzare le fonti di finanziamento pubbliche e private destinate all’ambiente e alla natura. Tra i temi del corso i fondi europei, i finanziamenti privati, le compensazioni dei crediti di carbonio, i pagamenti per i servizi ecosistemici, le servitù di conservazione e tanti altri.


corso unibo conservation finance 2021

Il corso, di 40 ore, ha accolto 35 studenti magistrali in Scienze e Gestione della Natura e in Sviluppo Locale e globale ed è stato strutturato in lezioni, esercitazioni singole, analisi di progetti finanziati ed una simulazione di elaborazione progettuale in gruppi. 

Quest’ultima si è sostanziata nella redazione di una proposta

venerdì 7 maggio 2021

giovedì 22 aprile 2021

20 anni a tutelare la natura!


In questa giornata della terra sono lieto di festeggiare 20 anni di lavoro nella tutela della #natura e nei #fondieuropei ! Sono lieto di aver creato e gestito progetti e strategie per l'#ambiente, per specie e habitat in pericolo di estinzione e per la rete #natura2000. E'stato bello anche insegnare a oltre 2mila giovani e meno giovani come usare i fondi europei e in particolare #lifeprogramme . Grazie a tutti i miei 50 clienti di questi anni che sono:

lunedì 22 marzo 2021

Sempre più vicino il via del LIFE 2021-2027: più fondi, più energia e 4 tematiche principali, ma sempre con molta attenzione alla tutela della natura

Il 17 marzo 2021 la Commissione ha approvato la posizione del Consiglio sul Programma LIFE 2021-2027. L'approvazione definitiva da parte del Parlamento Europeo è prevista per il 28/4/2021, data in seguito alla quale potrà essere emesso il primo bando per progetti tradizionali del nuovo programma, ora in preparazione.

LIFE 2021-2027: più soldi, più energia e 4 tematiche principali, ma sempre con molta attenzione alla tutela della natura
Il nuovo Programma LIFE 2021 - 2027

In particolare, la Commissione ha dichiarato che la posizione del Consiglio rispecchia l'accordo raggiunto nei triloghi Parlamento-Commissione-Consiglio e integra le disposizioni definite nel quadro dei negoziati sul quadro finanziario pluriennale (QFP).

Rispetto alla prima lettura del Parlamento europeo, la posizione del Consiglio comprende le seguenti modifiche principali:

sopprime la durata illimitata del programma;

propone l'applicazione retroattiva del regolamento dal 1º gennaio 2021 per evitare un vuoto giuridico prima dell'adozione;

inserisce l'obiettivo climatico specifico del programma e il riferimento ad obiettivi ambiziosi in materia di biodiversità;

riduce la dotazione di bilancio in linea con l'importo previsto nella proposta iniziale della Commissione;

affina la proposta della Commissione sul finanziamento cumulativo e alternativo ai fini di un'applicazione agevole di marchi di eccellenza;

limita il sostegno agli accordi internazionali ai fini dell'organizzazione di conferenze multilaterali;

sopprime la disposizione sulla partecipazione di consorzi all'invito a presentare proposte, in linea con la prassi corrente;

elimina il potere conferito alla Commissione per quanto riguarda la definizione di condizioni supplementari per la partecipazione di paesi terzi al programma.


Nell'insieme l'accordo presenta un risultato equilibrato tra le posizioni dei colegislatori, preserva gli obiettivi iniziali della Commissione e mantiene un livello di ambizione analogo a quello della proposta della Commissione.  

L'obiettivo delle modifiche di questi mesi sono stati di  migliorare il Programma LIFE in modo che contribuisca maggiormente agli obiettivi ambientali europei, in particolare accelerare la transizione verso un ambiente pulito, incentivare l'economia circolare ed efficiente dal punto di vista energetico, a basse emissioni di carbonio e resiliente ai cambiamenti climatici e fermare e invertire la perdita di biodiversità, contribuendo in tal modo alla sostenibilità dello sviluppo.
Secondo l'ultima proposta approvata dal Parlamento Europeo, il nuovo LIFE avrà un budget quasi raddoppiato, due settori principali (Ambiente e Azione per il Clima) e 4 sottoprogrammi:

martedì 19 gennaio 2021

Cinque anni per salvare il Lanario dall'estinzione!

Il falco lanario "italiano" sta scomparendo. Con un progetto LIFE che ho scritto con alcuni colleghi abbiamo intrapreso da un anno un cammino per tentare di salvarlo. In questo articolo de Il Messaggero di oggi spieghiamo la situazione e le prospettive:

LIFE LANNER, salviamo il Lanario con progetto LIFE di Stefano Picchi
Il Messaggero, 19/01/2021 (foto lanario S.Picchi)


Gli italiani sfruttano bene i fondi europei per l'ambiente: 25% dei progetti LIFE approvati all'Italia (call 2019)

 Anche quest'anno, sono stati aggiudicati a organizzazioni italiane un quarto dei progetti per l'ambiente approvati nei 27 stati dell'Unione Europea. Parliamo dei progetti LIFE su ambiente, natura e clima, nei quali l'Italia è leader assieme alla Spagna. Ecco la statistica degli ultimi anni:

Il successo dell'Italia nell'uso dei fondi LIFE (S.Picchi su dati Easme)




A questo proposito ti invito a leggere: